Skip to main content

Chi vince questa battaglia?

In realtà non stiamo parlando di una sfida, ma di una vera e propria collaborazione.

Questo consente di creare filmati virtualmente limitati solo dalle capacità creative di chi li realizza.

Nella produzione di un filmato, sia le riprese girate live, che l’utilizzo di video royalty free presentano i propri pro e contro.

A differenza delle immagini di repertorio, una ripresa live comporta la presenza di attori, location, nonché set e oggetti di scena; il tutto certamente permette un livello di personalizzazione maggiore.

L’inconveniente principale è il budget.

D’altra parte, i video royalty free pur essendo meno personalizzati sono perfetti per trasmettere emozioni, idee astratte e accorciano notevolmente i tempi e i costi di produzione.

Immaginate di voler esprimere il senso di calore e fiducia nel futuro che si evince per esempio da una scena famigliare, magari con la presenza di bambini.

Problema risolto, ci sono migliaia di filmati di questo genere tra  cui scegliere, senza dover girare la scena, con tutte le  conseguenze  che questo comporta.

famiglia video royalty free

Oppure avete la necessità di far apprezzare le caratteristiche di un territorio attraverso riprese realizzate dall’alto con un drone.

Problema risolto, anche in questo caso si trovano immagini di questo tipo, girate praticamente in tutto il mondo.

landscape video royalty free

Si potrebbe continuare con svariati esempi! Ecco spiegato il motivo della crescita esponenziale dell’utilizzo di video royalty free in qualsiasi ambito, dal cinema, alla pubblicità televisiva, fino alla realizzazione di filmati per il web.

Trovare video royalty free che si adattino perfettamente al flusso del filmato che si vuole realizzare, è spesso complesso e richiede un tempo dedicato alla ricerca.

E’ importante trovare materiale che sia coerente con la pasta delle immagini girate live, che abbia possibilmente una temperatura colore simile, e che sfrutti tecniche di ripresa in armonia con la storia che si racconta.

Nonostante questi fattori, il tempo risparmiato sulle riprese è sicuramente molto e può quindi essere incanalato in altre cose come il processo di post produzione: la scelta di una musica che sia appropriata al ritmo della narrazione e il montaggio per dare forma all’idea nella sua interezza.

L’utilizzo di filmati stock può essere utile anche per collegare le scene l’una all’altra, soprattutto se non sono presenti riprese appropriate che si adattino al flusso della storia.

Ad esempio se sono richieste riprese di pioggia come transizione tra due scene, ma il tempo non ha fornito pioggia durante il processo di produzione, è possibile utilizzare video royalty free adatti per rendere quel tipo di atmosfera.

I filmati stock sono poi fondamentali per avere materiali storici che oggi non possono essere duplicati. Parliamo di filmati di guerra, discorsi di personaggi famosi o notizie che coprono alcuni dei principali eventi della storia recente.

Nello stesso modo dopo aver esplorato le possibilità date dai video di repertorio, è importante che il girato che si realizza sia ottimizzato per fornire quelle immagini, che rendono unica e fortemente caratterizzata la narrazione.

Un’intervista, l’immagine di un prodotto, sono elementi dai quali  a volte non si può prescindere, perché richiesti dalla tipologia di formato.

Il giusto equilibrio tra girato e repertorio, permette di raggiungere una qualità altissima, abbattendo costi e tempi.

Questo modo di lavorare porta i suoi vantaggi in qualsiasi tipo di produzione; rappresenta infatti un vero punto di svolta quando si parla di realizzare velocemente una grande quantità di clip, elemento fondamentale per una video content strategy efficace. Non è esagerato dire che questo modus operandi stia davvero rivitalizzando l’industria del video, rendendola più reattiva e competitiva nell’incontro con le nuove necessità del mercato.

Leave a Reply