Skip to main content

 

Hai mai desiderato realizzare un video esplicativo? Sai, uno di quei video animati che spiega cosa fa il tuo prodotto o servizio e perché la gente dovrebbe comprarlo?

Scopriamo insieme i passaggi necessari per realizzare un video esplicativo di successo, in grado di generare conversioni e aiutare le tue vendite.

 

motiongraphic video esplicativo

Passaggio 1: scopriamo il tuo pubblico target

La realizzazione di un video esplicativo inizia dalla preparazione della sceneggiatura (lo script!).

Ma per preparare uno script che colga nel segno, occorre anzitutto analizzare la clientela target e come comunichi con essa, domandandoci per esempio:

  • Qual è il motivo numero 1 che gli impedisce di acquistare?
  • Qual è la loro più grande preoccupazione per il tuo prodotto o servizio?
  • C’è qualcosa nella tua comunicazione che crea confusione?
  • Cosa possiamo aiutarti a risolvere il problema?

Rispondi con precisione a queste e altre domande e otterrai una migliore comprensione di che cosa i tuoi clienti potenziali effettivamente cercano, che cosa li blocca dal procedere con un acquisto e come convincerli a scegliere il tuo prodotto. Potrebbe essere che non capiscano esattamente che cosa fai, oppure che considerino il tuo prodotto difficile da utilizzare. L’analisi di queste informazioni ci aiuterà a creare una sceneggiatura efficace e in grado di comunicare nella maniera corretta.

Passaggio 2: prepariamo lo script

Ora che abbiamo un’idea più precisa delle obiezioni dei tuoi potenziali clienti, possiamo iniziare a realizzare lo script. Dovremo rispondere a tutti i loro dubbi, o almeno a quelli più importanti. E farlo in un tempo massimo di 2-3 minuti. Ricorda:

  • Uno script non adatto? Non sarà la qualità del video a risollevarne le sorti
  • Un video troppo lungo? Inevitabilmente perderemo l’attenzione del cliente

copywriter video esplicativo

Vediamo allora alcuni dei punti fondamentali da considerare nella preparazione nella sceneggiatura, validi per qualsiasi tipo di prodotto o servizio:

  1. La scena introduttiva deve indicare ciò che fa la tua azienda: la spiegazione deve essere breve e amichevole.
  2. Esponiamo il problema: introduciamo il problema che i tuoi potenziali clienti affrontano e che li spinge a cercare una soluzione.
  3. Creiamo una transizione: partendo da frasi comuni che i tuoi clienti utilizzano per descrivere il problema in questione, arriviamo a spiegare perché hai creato il tuo prodotto o servizio.
  4. Mostriamo i tuoi punti di forza: L’efficacia della comunicazione visiva è il segreto dei contenuti video, è ora di mostrare il tuo prodotto o servizio. Concentrando l’attenzione su come sia in grado di dare una risposta al problema, o in che modo funzionalità mirate risolvano problemi specifici.
  5. Chiediamo alle persone di registrarsi o acquistare: dopo aver spiegato cosa fa il tuo prodotto o servizio, bisogna portare il cliente a compiere un’azione. Per esempio registrarsi o procedere con un acquisto. Durante questo processo, è necessario mostrare al cliente potenziale come l’azione di acquisto o registrazione porti a dei vantaggi concreti. Ad esempio si potrebbe indicare come, in caso di registrazione, si possa accedere ad una prova gratuita prima dell’acquisto, oppure ad una serie di tutorial preparati dalla tua azienda per mostrare in modo chiaro e veloce come funziona il tuo prodotto o servizio.
  6. Usiamo elementi di prova per concludere l’acquisto: Includiamo nel video elementi di prova. Si può utilizzare qualsiasi elemento che possa aumentare la credibilità del prodotto, quali premi vinti, loghi di aziende che già lo utilizzano e molto altro ancora.
  7. Attenzione al numero totale di parole: la lunghezza totale non deve superare le 300-350 parole, che corrispondono a un filmato tra i 2 e 3 minuti complessivi.

Passaggio 3: Selezioniamo la tua voce fuori campo

Quando si parla di video esplicativi, una voce fuori campo (ossia una narrazione audio del tuo video) è quasi sempre indispensabile. Va scelta con attenzione, coerentemente con il tuo prodotto e il mood che i clienti gli associano.

Passaggio 4: Selezioniamo un brano musicale

Spesso la si considera un elemento secondario, ma la musica è un elemento fondamentale. Occorre scegliere un brano in sintonia con lo stile del video e in grado di dare al tempo stesso il giusto ritmo alla narrazione.

Passaggio 5: prova A / B il tuo video

Per massimizzare il numero di conversioni, non basta creare e pubblicare un video. Occorre monitorarne l’efficacia, utilizzando tecniche comparative come il test A/B, studiando le statistiche di coinvolgimento. Grazie a questi feedback, si potrà capire come intervenire e modificare il video realizzato, al fine di migliorare continuamente le performances di conversione.

E non dimentichiamo che, man mano che il tuo prodotto cambierà, dovrai modificare il tuo video e ripartire con il ciclo di test A / B.

E’ anche per questo che Motionooze propone video a prezzi economici e con tempi di realizzazione rapidi: affinché tu possa continuare a intervenire sulla tua comunicazione e non incorrere nell’errore comune di “realizzare e dimenticare”.

Per saperne di più, visita la nostra pagina dedicata ai prodotti WEB.MOTION!

Ecco un video realizzato per un nostro cliente dove si possono evincere alcuni dei passaggi spiegati nell’articolo.

Leave a Reply